Archive for the ‘ Varie ’ Category

No, we can’t


centrale-nucleare-belgioMentre la crisi economica minaccia di scuotere profondemente le nostre società, se non di travolgerle del tutto, i pessimisti ripetono che l’ambientalismo è finito, morto. In queste circostanze, dicono, bisogna dare la priorità alla lotta alla disoccupazione, alla crescita economica e al welfare, mettendo in secondo piano le questioni ambientali.

Questioni ambientali che ci riguardano sempre più da vicino.

Sono prettamente convinto del fatto che l’epoca in cui l’ambientalismo poteva essere considerato come una seconda scelta o un alternativa trascurabile stia per finire. Oramai ogni decisione politica, di questi mesi o prossima, dovrà tenere conto di questioni come i cambiamenti climatici, l’esaurimento delle risorse idriche e l’inquinamento atmosferico. Senza lasciar perdere la dipendenza forzata dell’Occidente dall’oro nero dei paesi Islamici o dal gas dei Paesi dell’Est.

Ecco perchè non possiamo pensare o per lo meno continuare a pensare che questi problemi non ci riguardino, che non pesino sulle nostre economie e che non abbiano alcun impatto sul nostro benessere.

E’ per questo fondamentale la scelta di Barack Obama di intraprendere la strada dell’ecologia, una sorta di “New Deal Verde”. Un New deal che ha molte aspettative e nutre numerose speranze. Innanzittutto potrebbe portare ad un distacco anche se lento dall’uso dei combustibili fossili ed inoltre darà nuove prospettive di lavoro a milioni di persone che l’hanno perso o lo stanno per perdere.

Nel suo programma Obama ha sempre promesso importanti novità nel campo ambientalistico, a partire dalla riduzione dell’emissioni di CO2 e dai forti incentivi stanziati per coloro che utilizzeranno energie alternative e rinnovabili, sino alla riduzione, già citata, dell’uso di petrolio. Obama ha inoltre indicato la prospettiva di mettere in strada più di 1 milione di auto ibride entro il 2015, con una massiccia conversione ai biocarburanti. Per l’energia infine, Obama punterà molto sul solare e sull’eolico tentando di ottenere il 10% dell’energia da fonti rinnovabili entro il 2015 ed il 25% entro il 2025.

Tutto questo in America.

E in Italia invece?

Il nuovo decreto legge n.185/2008 (art. 29, commi dal 6 all’11) taglia il bonus fiscale di detrazione del 55% e darà un forte colpo allo sviluppo previsto nei prossimi anni nel settore delle energie alternative.

E’ previsto un cosiddetto “silenzio-rifiuto”, in sostanza se entro 30 giorni dalla richiesta presentata dal contribuente l’Agenzia delle Entrate non risponde concedendo il relativo assenso, il bonus di detrazione del 55% sarà da considerarsi non concesso, in questo caso il contribuente potrà usufruire esclusivamente della detrazione del 36% per ristrutturazione, fino al limite massimo di Euro 48.000,00 (se non ci saranno ulteriori aggiornamenti).

Niente sovvenzioni a chi mette pannelli solari, per dirla in breve.

E poi?

Con una fantastica intesa Berlusconi-Sarkozy(ricordata da molti come l’attestazione della partecipazione di Silvio all’università della Sorbona: mai avvenuta n.d.r) in Italia verranno costruite 4 centrali nucleari, con la prima operativa nel 2020.

Si tira avanti insomma con la speranza chiusa in un cassetto e al motto di “No, we can’t!”

Annunci

Sex, Crimes and Vatican


L’avevo visto molto tempo fa’, ma girando per la rete l’ho ritrovato e l’ho rivisto.

Simbolo del giornalismo anglosassone, che non fa sconti a nessuno.

Simbolo di una chiesa per buoni tratti corrotta e ormai priva di valori.

Invito chiunque abbia un minimo di senso e 40 minuti, a vederlo.

Sex, Crimes and Vatican:



La questione Morale


“I partiti non fanno più politica, sono soprattutto macchine di potere e clientela: idee, ideali, programmi pochi o vaghi. Sentimenti e passione civile zero. Gestiscono interessi senza alcun rapporto con il bene comune. Non sono più organizzatori del popolo, ma federazioni di correnti, di camarille, ciascuno con i propri boss e sottoboss. I partiti hanno occupato lo Stato e tutte le sue istituzioni, a partire dal governo. Hanno occupato gli enti locali, gli enti di previdenza, le banche, le aziende pubbliche, gli istituti culturali, gli ospedali, le università, la RAI tv ed alcuni grandi giornali. Il risultato è drammatico perchè tutte le operazioni che le diverse istituzioni e i loro dirigenti sono chiamati a compiere vengono viste prevalentemente in previsione dell’interesse del partito, della corrente o del clan a cui si deve la carica. Un credito bancario viene concesso se utile a questo fine, se procura vantaggi e rapporti di clientela. Un’autorizzazione amministrativa viene data, un appalto viene giudicato, una cattedra viene assegnata, un’attrezzatura di laboratorio viene finanziata se i beneficiari fanno atto di fedeltà al partito che procura quei vantaggi anche quando si tratta solamente di riconoscimenti dovuti. Molti Italiani secondo me si accorgono del mercimonio che si fa dello Stato, delle sopraffazioni, dei favoritismi, delle discriminazioni. Ma gran parte di loro è sotto ricatto: hanno ricevuto vantaggi o sperano di riceverne. La questione morale nell’Italia di oggi non si esaurisce nel fatto che essendoci dei ladri, dei concussori, dei corrotti nelle alte sfere della politica e dell’amministrazione bisogna scovarli, denunciarli e metterli in galera. La questione morale nell’Italia di oggi fa tutt’uno con l’occupazione dello stato da parte dei partiti e delle loro correnti. Fa tutt’uno con la guerra per bande. Fa tutt’uno con la concezione della politica e con i metodi di governo di costoro che vanno semplicemente abbandonati e superati. Quando si chiedono sacrifici al paese e si comincia col chiederli ai lavoratori mentre si ha alle spalle una questione come la P2, è assai difficile ricevere ascolto ed essere credibili. Quando si chiedono sacrifici alla gente che lavora ci vuole un grande consenso, una grande credibilità politica e la capacità di colpire esosi ed intollerabili privilegi. Se questi elementi non ci sono, l’operazione non può riuscire. Se si continua in questo modo in Italia la democrazia rischia di restringersi, non di allargarsi e svilupparsi. Oggi la nostra democrazia rischia di soffocare in una palude”

Enrico Berlinguer, 1981

Il governo della sicurezza, dei preti e delle puttane


Bergamo, il saluto fascista del prete lefebvriano

Lui è don Giulio Tam, padre lefebvriano che si definisce “gesuita itinerante”. Sabato scorso il sacerdote ha sfilato, accanto a Roberto Fiore, in testa al corteo di Forza Nuova a Bergamo: più che altro una parata militare, con i militanti forzanovisti che hanno marciato per le vie del centro muniti di caschi e bastoni. Tra saluti romani, “boia chi molla” e qualche “Sieg Heil”, la manifestazione ha accompagnato l’inaugurazione della nuova sede del movimento di estrema destra (immagini dal sito Bergamonews)

testo tratto da Repubblica

1236106974848_afb_0665

1236106977190_afb_079231236106975459_afb_067711236106973813_afb_088211236106974278_afb_089011236106974579_afb_066111236106974848_afb_066511236106977664_afb_08041236106975775_afb_07111236106975176_afb_06731236106976958_afb_07721236106978693_afb_08351236106978453_afb_08221236106976284_afb_0744

Giusto per ricordare:

buono

Mastellone Nostro!


sindaco-quimby-vs-mastellaEccolo là!

Era un pò che non lo sentivamo, e lui Zac! Porta un pò di risate sul viso di tutti gli italiani!

Mastellone caro, cambia sponda, non in quel senso però. I rapporti con la moglie, Sandra Lonardo, vanno a gonfie vele. E’ solo che l’aria che si respirava da quella parte della staccionata, a Mastellone non piaceva. Non gli piaceva stare in disparte, ma non gli piaceva soprattutto vedere quei volti smaciati, tristi e lugubri dei membri del PDmenoelle.

E allora lui che fa? Si inventa l’ennesima carnevalata, si sveste i panni dell’opposizione e alle europee si schiera con il Partito della Libertà (provvisoria n.d.r), giusto cosi per veder ricambiato il debito che aveva con Berlusconi per aver fatto cadere il governo e aver fatto risparmiare al premier migliaia di noiose telefonate.

Ma non azzardatevi a dire che Berlusconi ripaga il debito! Malpensanti! E’ solo che Mastellone si era scocciato di dire sempre No come dovrebbe fare l’opposizione ( e si vede) e abbraccia il PDL della sicurezza, dei soldati per la via e del no alle intercettazioni.

Roba da cartoni animati.

Chiedere un pò di serietà, da cittadini, è forse chieder troppo.

Illusioni giovanili


berlusconi_corna1Ci risiamo.

Ennesimo caso, ennesime vittime, ennesimi carnefici, ennesimi stranieri, ennesimo caso mediatico.

A Roma una coppia di fidanzatini giovanissimi, 14 anni lei e 16 lui, sono stati aggrediti da “stranieri”, lui picchiato e lei stuprata. Sembra l’ennesimo caso, lo stupro da parte di stranieri, magari un pò ubriachi, la gogna mediatica, gli stranieri fuori e gli attacchi alla magistratura. La solita incompetente magistratura. Questa volta gli attacchi sono partiti ancor prima che qualunque decisione possa esser presa dal PM. Uno dei due infatti , pare fosse già stato in galera per varie violenze e pare ne sia uscito dopo pochi giorni. La solita incompetente magistratura.

A questo punto mi chiedo. Non sono soltanto passate poche settimane, da quando il Premier, aveva assicurato 30.000 soldati alle strade italiane? Non aveva persino detto, un soldato a ogni bella donna? Ma poi mi sono ricordato che parlavamo del Premier, quello che all’estero va a fare le corna ai vari ministri, quello che controlla la maggior parte della TV italiana, quello che ha in mano l’informazione, quello che è pluri-prescritto e che non potrebbe stare in parlamento, quello che ha una rete abusiva, quello delle intercettazioni nelle quali raccomanda squillo ed attricette da quattro soldi a Saccà, quello che andava in giro con la bandana e cantava con Apicella, quello che durante il periodo di crisi che avvolge tutto il mondo passa 2 serate in discoteca ed una al bagaglino.

Che cretino che ero, alle 9:10 del 15 Febbraio 2009, a credere ad un Politico.

Lost


Come il titolo dice, siamo persi. Abbiamo trattato la situazione italiana già varie volte e continueremo a farlo.

Ma per rimanere in tema barzellette e programmi TV, ho trovato una chicca sul web che vale la pena vedere: