Che fatica


che faticaCol tempo ti accorgi di come l’Italia sia un gran paese di merda.

Pensavo a come fosse stupido accontentarsi del presente per poi pentirsi di non aver fatto niente. C’è un motivo se questo e altri milioni di blog, siti web, forum, piazze virtuali continuano a brulicare di caratteri, parole e opinioni. Credo, forse spero, che sia per un unico motivo. Nessuno vuole accontentarsi di questa realtà: nessuno vuole tra vent’anni ritrovarsi sbattuta in faccia la storia di un paese andato allo sbaraglio per colpa nostra.

Eppure è così difficile. Forse troppo. C’è da combattere contro un sistema di favoritismi, di corruzione, di valori estinti e di mentalità ormai ossidate. Un sistema talmente radicato in un paese, questo, che smuoverlo, oggigiorno, richiede e richiederà una forza sovraumana. Ci insegnano come le coppie di forze, in fisica, agiscono da diverse linee vettoriali su un unico punto.

Ecco. Mi dico che comunque in questo paese, in questo mondo che ci siamo costruiti, ci siano milioni di coppie di forze pronte ad agire. Parlare di politica e di giustizia talvolta è inutile. Soprattutto quando a nessuno sbatte una minchia di quello che succede. Soprattutto quando noi giovani riusciamo a trasformare i partiti in squadre di calcio, riusciamo a “NOI siamo al potere e VOI ancora a rosicare”, riusciamo a far andare tutto a puttane.

Qualcuno sarà pure contento.

Annunci
  1. No trackbacks yet.

Devi essere connesso per inviare un commento.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: